Prima di affrontare una seduta di allenamento che si preannuncia più lunga e intensa del solito è bene che il calciatore consumi un semplice spuntino: è presente, infatti, il rischio di rimanere senza energie a metà sessione. L’importante è non esagerare con la quantità. Un possibile spuntino pre-allenamento è rappresentato dai fichi secchi. Questo snack, infatti, è in grado di garantire il rilascio graduale di energia. Buono è anche l’apporto di fibre. Un’alternativa ai fichi secchi è costituita dalle mandorle, ricche di alfa-tocoferolo. Si tratta di una tipologia di vitamina E che l’organismo dell’atleta è in grado di assorbire facilmente e che soprattutto aiuta a scongiurare i danni cellulari dopo un’azione intensa. Senza contare che le mandorle, se masticate per bene, facilitano la digestione.
I calciatori più golosi, invece, prima di iniziare l’allenamento possono consumare del cioccolato, meglio se fondente. Il cioccolato fondente, infatti, è ricco di flavonoidi, che garantiscono una maggiore concentrazione di ossido di azoto nel sangue. Tutto ciò si traduce in un miglior valore della pressione arteriosa e in una migliore risposta muscolare allo sforzo, con conseguente aumento delle calorie bruciate.
Per chi, invece, preferisce la frutta, uno snack consigliato è rappresentato dalla banana: merito del suo contenuto di potassio e carboidrati. Se il sale minerale è un alleato efficace contro il rischio di crampi, i secondi forniscono ai muscoli dell’atleta il “carburante” energetico di cui hanno bisogno per affrontare l’allenamento.