Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

La colazione del ciclista

Per un ciclista, l’allenamento o la gara iniziamo molto prima di salire in sella: di grande importanza, infatti, è il momento della colazione, perché garantisce l’apporto energetico utile ad affrontare lo sforzo fisico. Non bisogna dimenticare che la maggior parte delle competizioni si svolge proprio nel corso della mattinata.

In generale, la regola è quella di assumere alimenti ricchi di carboidrati. Premesso che la colazione deve sempre essere bilanciata, prima di un’uscita d’allenamento, il ciclista può consumare 2-3 fette biscottate con marmellata (l’alternativa è il miele). Tra le bevande, la soluzione ideale è rappresentata da una spremuta o da un succo di frutta.

Nel giorno di gara, la colazione dell’atleta comprende generalmente una tazza di tè o caffè, una fetta di pane bianco spalmata di marmellata, e un po’ di frutta. Ottima, per il suo contenuto di fruttosio, anche la macedonia. Chi non ha particolari difficoltà nella digestione dei latticini, può assumere anche un vasetto di yogurt, magari con cereali purché non integrali, perché troppo ricchi di fibre. Quando la gara si preannuncia lunga e impegnativa, la colazione può comprendere anche un piatto (massimo 100 grammi) di pasta, condita con olio, digeribile e saziante.