Skip to main content
Basket

Mangiare prima dell’allenamento

Prima di affrontare una seduta di allenamento, è sempre bene mangiare qualcosa: un’attenzione particolare meritano però il “quando” e il “che cosa”. Rispetto al primo punto, l’atleta deve evitare di presentarsi in palestra con la digestione in atto: il rischio è quello di patire problemi di stomaco e giramenti di testa e di sentirsi deboli. Premesso che non tutti gli individui sono uguali, il momento migliore per consumare il pasto pre allenamento è circa due ore prima dello sforzo fisico. Altrettanto importante è la tipologia dei cibi consumati. Quando la sessione di training è fissata nel primo pomeriggio, si consiglia di consumare alimenti ricchi di fibre facilmente digeribili, eliminando quindi fritti e grassi. Una scelta possibile è quella del piatto unico, in genere pasta in bianco o carne magra, magari accompagnata da verdure sia crude che cotte.

Se l’allenamento è previsto nel tardo pomeriggio, invece, un’ora e mezzo prima di scendere sul parquet è bene consumare una merenda a base di frutta fresca oppure la classica fetta di pane con marmellata.

In entrambi i casi, sono da evitare cibi e bevande ricchi di saccarosio, perché il rischio è quello di compromettere la qualità della prestazione alzando troppo rapidamente e successivamente abbassando il tasso di glicemia nel sangue.

Soprattutto nel caso degli atleti professionisti, l’allenamento è spesso fissato già nella mattinata: in questo caso è importante curare la colazione. Tra i cibi, vanno bene fette biscottate con marmellata e yogurt magro; a livello di bevande, al caffelatte, che richiede una digestione laboriosa, sono preferibili latte scremato e tè.

Prodotto energetico-salino per sportivi

Con Fruttosio, Maltodestrine, Sali Minerali e Vitamine C ed E

Un tuo alleato

Prima, durante e al termine dell' attività fisica

Polase & Polase Sport: differenze

Perché scegliere Polase Sport in caso di attività sportiva?