Skip to main content
Tennis

Proteine e performance

Il tennis è uno sport fatto di scambi, con momenti spesso di grande intensità: si pensi allo scatto di un atleta verso la rete per difendere una palla corta, seguito dal recupero della posizione lungo la linea di fondo. Ciò sottopone a stress i muscoli delle gambe: per facilitare la ricostruzione dei tessuti danneggiati, recuperare più velocemente dallo sforzo e minimizzare il rischio di infortuni muscolari, è bene che il giocatore assuma alimenti ricchi di proteine. Il consiglio dei nutrizionisti del circuito WTA è di consumare circa 1,0-1,4 grammi di proteine per ogni kilogrammo di peso corporeo, privilegiando cibi come le carni bianche, il pesce, il latte, i formaggi (con moderazione, perché grassi) e lo yogurt, che contengono tutti gli amminoacidi essenziali. Fonti preziose, benché incomplete, di proteine sono anche frutta secca e verdura.

Non è importante soltanto ciò che si mangia: anche il “quando” è fondamentale. Il momento ideale è quello immediatamente successivo allo sforzo, soprattutto nel corso di un torneo, che prevede più partite in pochi giorni: nelle prime due ore dopo la conclusione del match il tennista può consumare uno spuntino – una barra di cioccolato al latte, purché dal basso contenuto di grassi, una barretta energetica, un panino con burro e marmellata – in cui il rapporto tra nutrienti è di tre carboidrati per ogni proteina. Nel pre-partita (circa 60-90 minuti prima di scendere in campo), invece, può essere salutare mangiare un po’ di yogurt: gli amminoacidi così assunti, infatti, danno continuità al processo di sintesi delle proteine, da cui dipende la ricostruzione dei tessuti muscolari.

Prodotto energetico-salino per sportivi

Con Fruttosio, Maltodestrine, Sali Minerali e Vitamine C ed E

Un tuo alleato

Prima, durante e al termine dell' attività fisica

Polase & Polase Sport: differenze

Perché scegliere Polase Sport in caso di attività sportiva?