Skip to main content
Trekking

Alimentazione in quota: alcuni consigli

Consigliare un’alimentazione adeguata a trekker e alpinisti non è semplice, in quanto bisogna tenere conto di numerose variabili, a cominciare da: genere, età e peso corporeo. Anche il grado di allenamento e la capacità di acclimatamento influiscono sulla scelta della dieta corretta. Lo stesso vale per la stagione, le condizioni climatiche, l’intensità dello sforzo e la quota.

Oltre i 4.000 metri d’altezza, ad esempio, a causa della carenza di ossigeno (ipossia), cambia il modo in cui il nostro organismo assorbe i cibi ad alto contenuto di grassi. Per questa ragione, a trekker e alpinisti si può suggerire di assumere alimenti ricchi di carboidrati che, rispetto ai grassi, rilasciano rapidamente energia pronta all’uso e non creano problemi di metabolismo. C’è anche una seconda motivazione per limitare il consumo di lipidi; questi nutrienti, infatti, rallentano lo svuotamento gastrico e possono portare il processo digestivo a durare anche più di sei ore.

Al contrario le proteine, (almeno fino a 5.000 metri di quota) vengono assorbite e digerite senza problemi.

In montagna, poi, aumenta il rischio di disidratazione in quanto le perdite di acqua sono maggiori a causa delle difficoltà di acclimatamento e della ventilazione polmonare (definita come l’aria che entra ed esce dai polmoni in un minuto), che in un ambiente molto freddo e secco può arrivare anche a due litri/ora.

Oltre che per ridurre i rischi di disidratazione, trekker e alpinisti dovrebbero aumentare il consumo di liquidi anche per contrastare il cosiddetto “mal di montagna”, che si manifesta nella forma di perdita dell’appetito, senso di nausea accompagnato da vertigini e stordimento,  insonnia e irritabilità.

È importante ricordare che, con il sudore, si perdono anche sali minerali: per ristabilire il corretto equilibrio idrosalino si può ricorrere a integratori di minerali, che presentino una concentrazione di carboidrati pari a 30-60 grammi al litro. Infine, può essere utile, nel primo pasto che segue l’escursione, consumare un brodo o un minestrone di verdure.

Prodotto energetico-salino per sportivi

Con Fruttosio, Maltodestrine, Sali Minerali e Vitamine C ed E

Un tuo alleato

Prima, durante e al termine dell' attività fisica

Polase & Polase Sport: differenze

Perché scegliere Polase Sport in caso di attività sportiva?