Skip to main content
Trekking

Come affrontare una via ferrata

Quando si parla di ferrata ci si riferisce a una via attrezzata con funi metalliche e scale, così da facilitare l’ascesa. Nell’affrontare un’uscita di questo tipo, l’alpinista deve adottare una serie di accorgimenti: oltre ad aver maturato una certa esperienza e a informarsi preventivamente sullo stato di manutenzione della ferrata stessa e sulle condizioni meteo previste per quel giorno, è bene che sia adeguatamente attrezzato.

In concreto, all’escursionista sono utili un caschetto protettivo, un’imbragatura, un paio di guanti da arrampicata, moschettoni e cordini della lunghezza approssimativa di un metro e mezzo. Quando si appresta ad affrontare la ferrata, l’alpinista deve indossare l’imbragatura, avendo cura di annodare a quest’ultima due cordini muniti di moschettone all’estremità. Per iniziare, i moschettoni vanno agganciati alla scaletta o alla fune metallica: quando, nel salire, il trekker incontra un blocchetto (il gancio che fissa alla roccia la scaletta o la fune) supera il passaggio sganciando un moschettone alla volta, in modo da essere sempre assicurato in caso di scivolata o caduta, e riagganciandolo appena sopra. La tecnica di ascesa è quella dei tre punti di appoggio: l’alpinista muove una mano o un piede soltanto se i tre arti rimanenti sono ben saldi su appigli. Il peso del corpo deve essere principalmente sostenuto dalle gambe.

Quando la via ferrata è percorsa da più persone, per la sicurezza di tutti ogni segmento di ferrata compreso tra due blocchetti viene affrontato da un alpinista alla volta.

Prodotto energetico-salino per sportivi

Con Fruttosio, Maltodestrine, Sali Minerali e Vitamine C ed E

Un tuo alleato

Prima, durante e al termine dell' attività fisica

Polase & Polase Sport: differenze

Perché scegliere Polase Sport in caso di attività sportiva?