Skip to main content
Trekking

Dormire una notte all’aperto

Per colpa di un infortunio o di un improvviso peggioramento delle condizioni climatiche, che suggerisce di interrompere il cammino, o perché semplicemente si è smarrito e non riesce più ad orientarsi, un trekker può essere costretto a dover passare una notte all’aperto.

La soluzione più ovvia consiste nell’individuare un’area asciutta, riparata dal vento grazie agli alberi o a una parte di roccia, e nello stendervi il proprio sacco a pelo. Qualora il trekker si trovi su un pendio esposto, è meglio scendere leggermente di quota. Un’alternativa è quella di costruirsi un riparo di emergenza. Bisogna innanzitutto individuare un tronco d’albero caduto, che possa fungere da sostegno. Utilizzando poi dei rami caduti a terra, si cerca di costruire una tettoia, che andrà appoggiata al tronco e ricoperta con frasche, il più possibile intrecciate e fitte, in modo da garantire maggior protezione. Ammesso che l’escursionista li abbia con sé, possono risultare utilissimi anche cartoni e sacchi di plastica destinati alla raccolta della spazzatura.

Più complessa è la situazione che vede il trekker sorpreso da una bufera di neve. La prima cosa da fare è proteggersi dal vento gelido creando un muro di neve, a ridosso del quale posizionare la tenda o il riparo di fortuna. A questo punto il soggetto può provare a fissare un telo al lato sottovento del muro, assicurandolo con cumuli di neve. Mai sdraiarsi con il corpo a diretto contatto con la neve: il calore si disperderebbe. È quindi importante creare una sorta di “pavimento” isolante utilizzando coperte, tappetini, sacchi, zaino e rami.

Nelle situazioni impreviste, per chiedere aiuto, cellulare a parte, è importante poi posizionare sul terreno oggetti dai colori vivaci – meglio se in arancione e nel numero di tre, entrambi segnali di emergenza – o disegnare scritte usando rami e pietre. Alcuni trekker hanno anche l’abitudine di portare con sé un fischietto: in questo caso, l’allarme può essere lanciato con fischi lunghi alternati a fischi brevi, sempre nel numero di tre.

Prodotto energetico-salino per sportivi

Con Fruttosio, Maltodestrine, Sali Minerali e Vitamine C ed E

Un tuo alleato

Prima, durante e al termine dell' attività fisica

Polase & Polase Sport: differenze

Perché scegliere Polase Sport in caso di attività sportiva?